Dream Incubation: la Fabbrica dei Sogni… dormici sopra e tutto si sistema

22/01/2020 Non attivi Di Paola G. Milizia

Ti è mai capitato di avere un problema, un qualcosa per cui cerchi per tutto il giorno risposte e soluzioni che non ti vengono…così alla fine decidi di staccare la spina e dormirci sopra. Ti metti a letto dicendo a te stessa che in fondo domani è un altro giorno e si vedrà… e come per magia il mattino seguente ti svegli con la mente lucida e una serie di soluzioni possibili per una situazione che fino alla sera prima sembrava inestricabile.

Ti confesso che a me tutto questo è capitato piuttosto spesso, sin da quando ero bambina. Così spesso da chiedermi come potesse accadere, cosa ci fosse di tanto miracoloso nel dormirci su e se forse non potesse diventare una vera e propria strategia.

Ecco cosa ho scoperto.

La mente lavora attivamente ogni notte rivedendo ciò che abbiamo appreso durante il giorno, elaborando nuovi punti di vista e soluzioni ai problemi affrontati.

Tuttavia per valorizzare pienamente tutto quel lavoro mentale è fondamentale imparare a sognare e a parlare il linguaggio dei sogni. 

Quindi sei pronto a sviluppare la tua capacità di “Dormirci sopra” e usare la tua mente in “”modalità sogno” per affinare le tue capacità di problem-solving nella tua vita professionale e personale?

Se la tua risposta è si, allora devi imparare a diventare un incubatore di sogni per stimolare idee creative ed innovative.

L’incubazione dei sogni (Dream Incubation) è una tecnica di pensiero creativo che usa il potere dei sogni per realizzare scoperte creative. 

L’incubazione dei sogni è stata usata per centinaia se non migliaia di anni. La mente che sogna è libera da tutti gli ostacoli e blocchi della creatività che sono spesso presenti nella mente cosciente vigile. Nel passato, i sogni creativi sono stati pensati come visioni, messaggi dagli dei o sussurri di angeli. Oggi, grazie alle scoperte scientifiche, abbiamo una migliore comprensione della mente e delle sue capacità di assorbire e condividere informazioni a livello inconscio. Sappiamo che la mente opera su due dimensioni: una cosciente, e della quale siamo maggiormente consapevoli, ed una inconscia in grado di sintonizzarsi su “canali” differenti attingendo a risorse intuitive. 

Diventare incubatore di sogni significa utilizzare le risorse creative proprie della mente intuitiva che trova massima espressione durante il sonno e negli stati di meditazione quando l’attività cerebrale è associabile alle onde (sempre loro!) Theta (corrispondenti a: fase REM, meditazione profonda e sogno ad occhi aperti) e Alpha (meditazione leggera, yoga e istanti precedenti addormentamento).

Si tratta di qualcosa di più di semplice di quanto tu possa immaginare, ma poiché non sei abituato all’inizio ti sembrerà strano e forse un pochino imbarazzante. Fondamentalmente si tratta di impostare, da sveglio, la scena per la tua mente in modalità sogno ed attivare così la creatività della mente intuitiva. Può essere davvero divertente basta avere un po’ di disciplina e l’accortezza di registrare appena sveglia quanto suggerito dall’inconscio. 

 Occorre disciplina perché l’incubazione onirica richiede che tu diventi maggiormente consapevole e a tuo agio con il processo del sogno. Devi imparare a trasformare le tue convinzioni per dare più importanza ai sogni nella tua vita, a pensare ai tuoi sogni, ad aspettarti di avere sogni quando andrai a dormire la notte.

Se sei una di quelle persone che dicono “Mah, io non ho mai sogni …”, è meglio che smetti subito di dirlo. Perché in realtà hai sogni, almeno 4 o 5 a notte, semplicemente non li stai ricordando, e quella piccola banale affermazione negativa sta solo dando al tuo cervello il messaggio di dimenticarli. È come se dicessi al tuo cervello: “I messaggi che mi mandi non sono importanti per me, quindi smettila di rendermi consapevole di loro”.  Perciò con disciplina e consapevolezza devi cambiare registro e atteggiamento.

Incubare i sogni fa sì che la tua mente lavori, mentre dormi, su sfide e problemi in maniera creativa. L’incubazione dei sogni focalizza deliberatamente la tua mente prima di andare a dormire in un compito creativo specifico. La mente è un pochino come un cucciolo allegro e giocherellone, devi tenerla impegnata e giocare per educarla a ciò che desideri.

Il processo di incubazione dei sogni è quindi semplice. Prima di tutto però, devi decidere su cosa vuoi utilizzare le capacità di pensiero creativo della tua mente onirica. Può trattarsi letteralmente di qualunque cosa (da un discorso che devi tenere a un libro da scrivere, dalle relazioni personali a una sfida sportiva, dal danaro alla bellezza), non c’è alcun limite a ciò per cui puoi utilizzare l’incubazione onirica. Fatto ciò puoi semplicemente pensare ai tuoi sogni da incubare come a tuoi film privati: mini avventure, romanzi che solo tu vedrai. Più informazioni metterai nell’incubatore e più fili avrà la tua mente inconscia a cui attingere e da intrecciare per plasmare nuove idee.

Ma come procedere concretamente?

Prendi un quaderno o un taccuino e una penna da tenere accanto al tuo letto. 

La sera, prima di andare a dormire, scrivi nel taccuino (o quaderno) alcune righe che riassumano accuratamente i tuoi sentimenti riguardo alla sfida da incubare oniricamente. Una volta fatto ciò, prova a riassumere ulteriormente il tutto in una dichiarazione o domanda che puoi ripetere più volte mentre ti addormenti. Questa dichiarazione/domanda innescante del sogno è una delle chiavi più fondamentali per un’incubazione dei sogni efficace.

Per darti un esempio. Forse hai un piccolo business e vuoi trovare un modo unico per aumentare il tuo volume di affari. Potresti aver già provato tutti i metodi standard con un successo limitato. Quindi vuoi un’idea di spicco che ti faccia davvero decollare. Ora semplifica tutti questi concetti fino a una domanda del tipo: come faccio ad avere clienti migliori?

Scrivilo su taccuino prima di spegnere la luce. Poi coricati, chiudi gli occhi e addormentati mentre ripeti a te stesso ancora e ancora: “Come faccio ad avere clienti migliori e più numerosi? Come faccio ad avere clienti migliori che paghino meglio i miei servizi?” Se trovi che la tua mente vaga, riportala alla frase del tuo sogno e continua a ripeterla finché non ti addormenti.

Quando ti svegli al mattino, prendi immediatamente il taccuino dei tuoi sogni e inizia a scrivere tutto ciò che ricordi, qualunque cosa sia. Se non ti svegli già con la risposta nella mente, è essenziale che lasci scorrere il flusso dei ricordi senza cercare di guidare o interpretare subito il linguaggio metaforico del sogno, probabilmente soltanto più tardi la tua intelligenza intuitiva coglierà il nesso tra la metafora e la risposta che stavi cercando.

L’incubazione onirica si fonda sulla premessa che i sogni ottenuti siano catturati in parole, scritti per essere poi esaminarti a piacimento, per questa ragione il flusso delle immagini oniriche va catturato in parole appena svegli, prima di qualsiasi altra attività, mentre il senso va ricercato solo successivamente. Prendi il caffè, fai colazione e cerca gli indizi intuitivi…

L’incubazione onirica è uno strumento meraviglioso nel tuo kit di strumenti per il pensiero creativo. Superata la resistenza iniziale, l’incubazione dei sogni diventerà un gioco e un rituale per stimolare e intrattenere la tua mente creativa, che come un computer ha solo bisogno di essere accesa tra uno sbadiglio e un caffè…

Once a day allow yourself the freedom to dream

Don’t give up on your dreams, keep sleeping

No problem can be solved from the same level of consciousness that created it. 

Albert Einstein