Remise en forme top ten

18/02/2019 Non attivi Di Paola G. Milizia

 

10

STRATEGIE DAVVERO EFFICACI PER RIMETTERTI IN FORMA AL TOP

Diciamoci la verità, mettersi in forma è uno dei propositi più gettonati non solo anno dopo anno, ma anche stagione dopo stagione, destinato a diventare il tormentone da capodanno a ferragosto. Tormentone che assilla più o meno tutti senza eccezione!

E il desiderio di remise en forme diventa più che mai di attualità con l’arrivo delle prime giornate di sole, con la voglia di spogliarsi e muoversi all’aria aperta.

Ma cosa fare perché questo proposito si avveri?

Ecco 10 consigli semplici ma efficaci:

1 Se puoi pensarlo puoi farlo

Tutto dipende da te, dalla tua forza di volontà e dal tuo senso di responsabilità. Si, hai sentito bene! Rimetterti in forma è una di quelle cose che dipende solo ed esclusivamente da te. Il lavoro, il marito, figli e via di seguito sono soltanto scuse per mascherare la tua indolenza.

2 Step by step

Procedi passo dopo passo. Il tuo obiettivo finale è perdere 5kg e sfoggiare una silhouette invidiabile con quei favolosi jeans di qualche annetto fa? Bene, immagina che per raggiungere il tuo obiettivo devi superare un percorso ad ostacoli. Definisci il percorso che intendi seguire e i passi che intendi compiere, con un minimo di programmazione sarà tutto più semplice.

3 Non rimandare a domani

 Ricorda che per ottenere risultati ci vuole sempre un pochino di tempo: per il gluteo sodo di domani devi iniziare a lavorare oggi!

4 Fai pulizia

Si… hai capito bene, inizia con le pulizie. Se il tuo corpo è fuori forma anche i tuoi organi lo saranno. Dai l’opportunità a fegato e reni di disintossicarsi. Quindi, qualsiasi sia il regime alimentare che hai scelto per dimagrire, ricorda di iniziare sempre con una bella detox.

Prova ad aggiungere del succo di limone e zenzero all’acqua e bevila durante il giorno, ti aiuterà a purificarti.

Per almeno una settimana sospendi integratori e vitamine per dare l’opportunità ai tuoi organi di ripulirsi e rallentare il carico di lavoro.

Inizia col ridurre le dosi di tutto quello che assumi. Se sei al ristorante e proprio non puoi, o non vuoi, rinunciare al dolce, mangiane solo metà e offri il resto.

5 Scegli il naturale

Sostituisci le bibite con le tisane, lo zucchero con il miele, la pasta normale con quella integrale e così via. In generale cerca di ridurre il consumo di farinacei raffinati (pane, pasta e riso bianchi). I cibi grezzi sono più ricchi di fibre e quindi vengono assorbiti più lentamente, tenendo così a bada il senso di fame.

6 Non spiluccare tra un pasto e l’altro

Molti studi recenti dimostrano che non dovremmo mangiare ogni 2-3 ore, ma, piuttosto, dare al corpo tutto il tempo necessario per riposare tra un pasto e l’altro. Ciò ripristinerà gli ormoni, la salute dell’intestino e il sistema digestivo.

Inoltre evitare di spiluccare è un ottimo sistema per non cedere alla fame nervosa.

7 Presta attenzione a ciò che mangi

Fai chiarezza su cosa esattamente stai mettendo in bocca monitorando gli alimenti che stai mangiando. In altre parole, leggi le etichette dei cibi che compri. Annota cosa mangi e come i cibi specifici ti fanno sentire: cosa ti gonfia, cosa ti fa sentire priva di energie, etc.

8 Liberati dalle false credenze

Ricorda che i grassi sono necessari per far funzionare il tuo metabolismo. Non cadere nella trappola mediatica dello 0,1% di grassi…ricorda che spesso meno grasso equivale a più zuccheri!

Purtroppo gli zuccheri sono ovunque dalla frutta al pane e se non presti attenzione a fine giornata rischi di aver assunto una quantità tale di zuccheri “latenti”, che privarti di un cioccolatino non sistemerà certo le cose.

Un ‘ottima maniera per ridurre il consumo di zuccheri potrebbe essere quella di preferire una colazione “salata” alla solita tazza di cereali con latte.

Prova le uova con l’avocado, oppure del salmone affumicato con i mirtilli. Con la giusta dose di proteine e grassi (buoni) la giornata inizia alla grande e piena di energia.

Evitare gli zuccheri di prima mattina aiuterà il tuo metabolismo a tenere a bada l’insulina, con la felice conseguenza che non sentirai più quel languorino delle 11 che ti spinge a buttarti sul primo snack che trovi nei paraggi.

9 Muoviti

Non perdere l’opportunità per muoverti: cammina invece di prendere l’auto o la metro. E se proprio non puoi farne a meno scendi una fermata prima e raggiungi la tua meta camminando. Rinuncia all’ascensore: sali e scendi le scale a piedi. Fai delle passeggiate più lunghe con il tuo amico a quattro zampe. Questi semplici trucchi possono essere di grande aiuto per il tuo piano di fitness, che dovrebbe prevedere almeno 2 sessioni di attività fisica alla settimana.

10 Pensa leggero, pensa positivo

I pensieri pesano e i pensieri negativi pesano come zavorre. E come zavorre si ancorano su vita e fianchi. A causa dei pensieri negativi tratteniamo liquidi gonfiandoci. Quando siamo sopraffatti dai pensieri negativi l’organismo percepisce di essere in un ambiente ostile e trattiene i liquidi per sopravvivere, esattamente come fa il pesce che si trova nella secca che per sopravvivere trattiene l’acqua in attesa che torni il mare.

Questa risposta biologica a un conflitto esistenziale è ciò che il dottor Hamer ha definito come il “conflitto del profugo” e che induce il corpo ad accumulare peso e liquidi nonostante un moderato consumo di cibo (https://www.anahera.net/index.php?route=product/product&product_id=228/1215).

 

 It’s not a physical challenge, it’s a mental one…always

 

Start with the mind and the body will follow